il merlo oggi è più curioso e cerca lontano dal nido

9 marzo 2010

PERCHE' QUESTO BLOG

Il merlo vuole provare a parlare a tutti i propri compaesani, ma proprio a tutti.

Volando qui e là, atterrando ora in un campo ora in quell’altro, appollaiandosi di tanto in tanto sulla torre dell’antica rocca di piazza castello, ora su di un albero di frutta … vede alcune cose e tante altre ne vorrebbe conoscere. Becchettando lungo i vari orticelli e le corti delle case, curioso osserva, indaga, chiede e chiacchiera cercando di comunicare con gli esseri umani che incontra.
...
Qualcuno lo prende a male parole e qualcuno lo ignora, ma un bimbetto o un passante, ogni tanto, gli regalano uno sguardo o un sorriso, e allora il mondo cambia, la giornata non è persa e il merlo torna al suo nido soddisfatto. E’ ancora possibile interagire con questi esseri, è ancora possibile capirsi e lavorare insieme per un futuro migliore.

Come in moltissimi blog, molti di noi parteciperanno presentandosi con nicknames e personalità di fantasia, per dare più peso alle parole ed ai concetti rispetto alla vera personalità. Per non cercare facili consensi o per non suscitare pregiudizi e preconcetti. Naturalmente, in un paese di sole 700 anime, i nostri avatar correranno il rischio di venir scoperti, e sarà divertente cercare di capire con chi abbiamo a che fare, ma .. tant’è … spesso è più facile comunicare ed esprimersi con i propri interlocutori se li riscopriamo da capo, approcciandoci come degli sconosciuti, avvicinandoci per gioco con la curiosità costruttiva di un bimbo che vuole fare amicizia.

Già, amicizia. Non scontro, non pettegolezzi e maldicenze. Comunicazione.
Si desidera discutere “insieme”, cercare di capire o valutare soluzioni nuove a vecchi problemi, anche quando si porrà un post che metta in evidenza un’incongruenza, una situazione critica o una problematica del paese.

Niente di così drammaticamente pericoloso, dunque, per il quieto vivere di tutti noi, ma semplici post che prenderanno spunto dalla piccola realtà comunale per portare a considerazioni di più ampio respiro. Un battito d’ali che varchi le mura comunali e che stimoli i cittadini marianesi e di qualunque altro luogo d’Italia a formulare commenti, riflessioni e scambi di idee costruttive.

il merlo

4 commenti:

Silyen ha detto...

Caro merlo, sono fiero di essere il primo ad augurarti una soddisfacente e lunga permanenza sui tetti marianesi.
Benvenuto!
Aspetto con ansia il resoconto dei tuoi ultimi avvistamenti.
Occhio al vento gelido di questa giornata invernale, mi raccomando!

il merlo ha detto...

Beh, grazie infinite per la tua premura. In effetti la nevicata mi ha messo a dura prova.
Unico appunto: in questo blog c'è bisogno dell'aiuto di tutti. Suggerimenti, idee, link interessanti sono sempre ben accetti, ma non farti scrupolo di informarmi di eventuali "avvistamenti" sfuggiti alla mia vista corvina.

suonosilente ha detto...

ciao merlo anche io mi voglio unire nella ricerca di notizie volando sui tetti dei marianesi. In fondo più occhi che guardano sono come più punti di vista che si integrano per una visione d'insieme più completa della realtà che ci circonda. Non vedo l'ora di veder crescere questo blog sperando ch si uniscano tanti altri amici. Per il momento ci facciamo un in bocca al lupo chè ne abbiamo bisogno.

ranasaki ha detto...

Macchè "battito d'ali", io mi sono motorizzatooo!
Ti auguro di stare bene qui fra i prati di Mariana: io ci sto da pascià.

Posta un commento